Da Vedere a Como

Como è una ridente città che si riflette sulle acque del lago e nella quale si assapora il piacere di passeggiare per le vie ricche di negozi e locali e concedersi momenti di serenità nei giardini sotto il cielo terso, per poi riprendere il tour per tra i suoi luoghi più significativi.

Il cielo azzurro rende ancora più splendido il Tempio Voltiano, il moderno monumento eretto nel 1927 per celebrare il conte comasco che ha inventato la pila. L'elegante tempio in stile neoclassico brilla con il suo candore che si riverbera sul lago ed al suo interno racchiude testimonianze e cimeli di Alessandro Volta, uno dei comaschi più famosi, sebbene non dovremmo dimenticare i tanti che hanno contribuito alla crescita della città lombarda lavorando la seta.

L'industria della seta è, infatti, protagonista della storia di Como fin dal XVI secolo, come si può scoprire visitando il Museo dedicato all'arte serica nel quale ammirare macchine, strumenti ed antichi documenti attraverso i quali ripercorrere il passato della città. Agli appassionati di storia consigliamo anche il Museo Civico Archeologico, con preziosi reperti dalla preistoria al medioevo, ed il Museo Storico intitolato a Giuseppe Garibaldi che naturalmente vede come protagonista il Risorgimento.

Sempre passeggiando per il centro di Como possiamo poi visitare l'antichissima Basilica di Sant'Abbondio, i cui lavori di costruzione sono stati intrapresi nel 1050 dai monaci benedettini che hanno fatto affidamento sul talento dei Maestri Comacini. L'elegante chiesa romanica colpisce per la sua architettura ed incanta per le opere artistiche che conserva al suo interno, fra le quali ricordiamo un ciclo di affreschi del Trecento.